Storia - IAT Pro Loco Vigevano

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Storia

Pro Loco Vigevano

La Pro Loco Vigevano venne  costituita il 10 novembre 1983 a Vigevano.
I Soci fondatori e i componenti del primo Consiglio d'Amministrazione furono: Margheríta Natale,  Presidente;  Gíordano Magnoni, Vice Presidente; Luisa Rosti, Segretario e Tesoriere; Marcello Albani Castelbarco Visconti Gropallo della Sforzesca, Consigliere; Marcella Leonardi in Vico, Consigliere; Carletto Marchesi, Consigliere; Bruno Re, Consigliere, Armando Pollini, Consigliere; don Pietro Bellazzi, Consigliere; Giovanni Balduzzi, Consigliere; Clementina Pagliari, Consigliere; Ireos Zorzoli, Consigliere.
Questo Consiglio durò in carica sino al 18 gennaio 1988. La sede era in Piazza Ducale n. 19, presso i locali dell’ Informatore Vigevanese.
L'Associazione è nata con lo scopo di far conoscere e promuovere la città di Vigevano sia nel campo turistico, industriale, commerciale, artigianale, agricolo, sia in quello storico, culturale e artistico.

Lo Statuto definisce meglio questi scopi:
A. Riunire attorno a sé tutti i cittadini residenti nel Comune e tutti coloro che hanno interesse allo sviluppo turistico della città.
B. Contribuire a organizzare turisticamente la località, studiandone il miglioramento edilizio e stradale, promuovendo l'abbellimento e l'apposizione di cartelli indicatori, segnalando le defícienze e sorvegliando la manutenzione; fiancheggiare le Autorità Amministrative nella loro opera di tutela degli interessi cittadini a maggior lustro della città di Vigevano.
C. Tutelare e mettere in valore con una assidua propaganda tutte le bellezze del luogo.
D. Promuovere e facilitare il movimento turistico, incoraggiando il miglioramento dei servizi pubblici.
E. Promuovere l'istituzione di alberghi, ritrovi ed il migliora- mento degli esistenti.
F. Promuovere festeggiamenti,  gare, manifestazioni sportive, fiere, convegni, spettacoli pubblici, gite, escursioni per accrescere il benessere della località.
G. Sorvegliare attivamente l'osservanza delle tariffe locali.
H.  Istituire uffici di informazione turistica.
I. Coordinare tutte le attività culturali, sociali, artistiche, sportive mediante l'istituzione di un Comitato permanente con funzioni  consultive.



 
Torna ai contenuti | Torna al menu